Come Amare Se Stessi (3): Cosa vuol dire Perdonarsi

Quest’articolo è il terzo step nell’ambito della Guida Pratica all’Amore di Sè in 10 passi ispirata ai principi di Louise Hay.

Ascolta il podcast qui oppure su Spotify

Potresti dover attendere dai 30’’ ai 60’’ per il caricamento del file audio. Grazie per la pazienza.

Stiamo facendo  questo corso per aprire il nostro cuore, soprattutto verso noi stessi, in modo che possiamo dare agli altri con equilibrio e gioia. 

Non è stupendo pensare che più amiamo noi stessi più la Vita ci sorride e le persone intorno a noi ci ammirano e ci stimano? 

Non è fantastico pensare che se è vero che l’amore è cieco, quando ti metti davanti allo specchio ti vedi benissimo, e allora perché non ti ami?! 

Come abbiamo detto con il clima, ogni tanto fai un passo indietro a guarda alla tua vita in generale. Nella media di tutti i giorni, ti consideri una persona amabile? 

Considera le cose per cui ti ami, per cui sei una persona che vale e degna di amore.

La prima, te lo dico io, è che sei un essere umano venuto a questo mondo. Già solo questo  è qualcosa per cui sei degno di essere amato/a

La seconda è che sei un essere umano che sta ampliando la sua coscienza, ascoltando questo audio, informandosi, facendo esperienze, lavorando su di sé, inseguendo i propri sogni… 

E poi magari sei bravo/a nel tuo lavoro, sei una buona amica, un buon marito, sei bravo/a negli sport, hai il sorriso pronto, ecc. ecc. 

In un libro che ho letto tempo fa “Sciogli la Tensione e Danza con la Vita di Susan Jeffers, c’è un paragone con la macchina. Ci ricordiamo della nostra macchina solo quando si rompe, ha un problema o dobbiamo portarla al tagliando e ci dimentichiamo di tutti i giorni e le volte in cui si è messa in moto senza problemi e ci ha portato destinazione sani e salvi. 

 


Amore di sè-3-cosa-vuol-dire-perdonarsi.jpg

 

Ti capita di fare lo stesso con te stesso/a? Di dimenticarti di tutte le cose che ti piacciono di te (la vita normale) e di focalizzarti solo su quelle che non ti piacciono e non ti vanno bene di te? 

Dopo aver parlato di smettere di criticarsi e smettere di spaventarsi inutilmente, oggi parliamo di un concetto chiave che è il perdono verso se stessi. 

Perdono significa trattarsi con gentilezza, amore e pazienza. 

Tutto qua. 

Tratta te stesso/a con gentilezza, amore e pazienza. 

Il perdono, che per molti sembra un concetto così astruso e associato a esperienze negative e che non vorremmo ripetere, non è nient’altro che una dimostrazione di amore (verso se stessi in questo caso) e uno strumento per la liberazione. 

Per vivere liberi, per lasciar correre, per non prendersela, per accettare le cose, gli altri e noi stessi così come sono. 

E’ così semplice perdonare quando amiamo. Se vuoi amare te stesso/a perdonati per gli sbagli che tutti i giorni commetti, siano essi piccoli o grandi. 

Perdonati per le cose che vorresti fare o portare a termine e non riesci.

Perdonati per quando reagisci come non vorresti, per quando hai paura, per quando ti comporti male, per il tempo che hai passato a giudicare gli altri e te stesso. 

Ora puoi cambiare. 

Da oggi puoi smettere di giudicarti e dedicare quelle stesse energie a trovare modi per amarti di più. 

Louise Hay, l’autrice da cui ho tratto ispirazione per creare questo corso, diceva a se stessa e ai suoi cari “Come posso amarti di più oggi?” 

Chiedi alle persone alle persone che ami e a te stesso/a “Come posso amarti di più oggi?” 

Trovate modi per amarvi di più!

Ecco alcuni esempi… 

  • Trattarvi con gentilezza 

  • Usare parole dolci e di incoraggiamento quando vi rivolgete a voi stessi 

  • Congratularvi con voi stessi per i vostri piccoli successi quotidiani 

  • Perdonarvi con compassione perché siete arrivati in ritardo, avete preso la multa, non avete passato l’esame, o non siete come vorreste… 

Va bene così. Quando ti tratti con gentilezza, ti accetti così come sei e ti perdoni, già inizi il cammino verso un cambiamento positivo. Dall’amore nasce l’incoraggiamento, la sicurezza, la stabilità da cui puoi spiccare il volo verso l’alto!

Dal rimprovero invece arrivano la paura di sbagliare – o di essere sbagliati -, la frustrazione, la tristezza, il dispiacere… queste emozioni non ti portano ad agire meglio. Ti immobilizzeranno e ti porteranno a cercare falsi sollievi (as esempio prendendosela con qualcun altro o qualsiasi tipo di addizione: bere, fumare, mangiare, sesso, etc). 

Fai pratica così

Questo è il compito della settimana: ogni volta che vi sentite arrabbiati o insoddisfatti con voi stessi dite: “MI perdono perché mi amo”. Potete ripetervelo a bassa voce, oppure ad alta voce davanti allo specchio. 

Pensare poi a dei modi per trattarvi con più gentilezza, più pazienza, più amore e più compassione. 

Vi auguro una stupenda settimana! Come sempre, mi fa piacere ricevere i vostri commenti su whatsapp, Instagram o Facebook!

********


sara-francesca-signature.png

Buon Amore di Sè!